Le parole di Franco Fedeli, presidente della Samb, che ha visto la partita in tv e che è stato raggiunto telefonicamente dopo Padova-Samb 2-0.

“Si sono dimostrati più forti ed hanno meritatamente vinto, noi dopo un buon inizio non abbiamo più giocato. Le assenze hanno pesato”. Specialmente quella di Di Massimo? “Sicuramente ma come si permette ad insultare l’arbitro a partita finita,  è un professionista e come tale deve comportarsi. I giocatori non possono fare i professionisti soltanto quando vengono a trattare l’ingaggio. Ci ha procurato un danno gravissimo”.

Perchè per il gioco che fa è indispensabile per questa Samb? “E che significa” risponde il presidente “il comportamento deve essere lo stesso di quando va in campo a fare il proprio dovere. Poi magari i tifosi mi rimproverano di non acquistare altri giocatori, io ne pago 24 non 21 e se oggi siamo stati rimaneggiati la colpa è di chi si è fatto espellere, anche se Di Pasquale è sicuramente più scusabile di Di Massimo. Una storia che non deve più ripetersi. Una volta Santurro, una volta gli altri due, adesso basta. Con il Vicenza domenica prossima sarà dura, poi dopo due sconfitte consecutive è ancora più difficile”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.