TERAMO – Crudeltà e assenza di buon senso. Solitamente sono queste le motivazioni che portano delle persone a prendersi gioco degli anziani.

A Teramo due donne, di origine campana entrambe 30enni, avevano truffato un paio di anziani e tentato dei raggiri ai danni di altri.

Si fingevano corriere e con la scusa di consegnare “fantomatici pacchi” si facevano dare soldi dalle ignare vittime. In alcuni casi si fingevano nipoti dell’anziano prescelto per il raggiro.

Dai mille ai 2 mila euro il bottino trafugato dalle due truffatrici. Casi avvenuti in Abruzzo a gennaio e a settembre.

In un caso il raggiro non avvenne per la presenza in casa di una figlia dell’anziano vittima delle due donne.

Le denunce hanno portato all’attivazione delle indagini da parte delle Forze dell’Ordine. Polizia e carabinieri, dopo vari accertamenti e con l’ok di Questura e Tribunale, hanno eseguito un’ordine di carcerazione per le due donne, accusate di truffa. Ora si trovano nel carcere di Poggioreale.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.