SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il progetto Casa Comunale via Vittorio Veneto si avvia alla conclusione e finalmente si potranno apprezzare tutti gli effetti che questa trasformazione avrà sul quartiere e su tutto il centro storico.

Dopo appena due anni e mezzo da quando sono partiti i lavori non senza qualche perplessità avanzata da qualcuno, oltre all’edificio costruito su via Vittorio Veneto, sono state eseguite una serie di opere pubbliche al punto di realizzare una vera trasformazione urbanistica: la piazzetta su via Volturno che oltre ad essere utilizzata come parcheggio pubblico, costituisce uno spazio di arredo urbano e di socializzazione; il prolungamento di Largo Roma fino alla piazzetta stessa, che quindi non sarà più chiusa ma percorribile in senso unico a partire da via Roma; il passaggio pedonale  sulla corte dell’edificio di via Vittorio Veneto che realizza un collegamento prezioso est-ovest tra via Vittorio Veneto e via Aspromonte, cioè tra la zona di Piazza Nardone e la Statale da una parte, e quella dell’area pedonale dall’altra.

Quindi l’area che è stata chiusa e lasciata in uno stato di abbandono per moltissimo tempo, accoglierà nuove famiglie e sarà aperta a tutti con la possibilità di essere percorsa internamente permettendo così anche il ricollegamento delle vie circostanti.

Oltre alle opere già descritte, sono stati realizzati per il Comune un locale al piano terra e una porzione dell’interrato già presi in considerazione per la nuova sede della Polizia Municipale. Questa rappresenterebbe un presidio delle forze dell’ordine per la sicurezza degli abitanti del centro  quanto meno opportuno per la posizione strategica e per i gravi episodi di teppismo che si registrano in centro fin da quando è stata eliminata la stazione dei Carabinieri in via Pizzi.

L’Amministrazione ha espresso con specifica delibera di Giunta, la volontà di intitolare la Piazza a Bartolomeo Pompei detto “Meo”, un ragazzo di via Mentana morto a 34 anni nel 2006.  Si attende per l’ufficialità l’approvazione della Prefettura.

Il Sindaco, ancora una volta, con questo gesto, ha dimostrato una sensibilità non comune per la nostra tradizione più autentica e per quei valori umani che Meo ha saputo testimoniare nella sua breve vita.

Domenica 20 ottobre verrà inaugurata la Piazza. A partire dalle 16.30 ci sarà un momento di festa con la partecipazione del Sindaco, la benedizione del Parroco della Cattedrale, lo spettacolo di tradizione popolare realizzato dall’associazione teatrale “Ribalta Picena” e un rinfresco finale.

In attesa che i lavori delle altre opere pubbliche previste dall’Amministrazione nel Centro storico possano concretizzarsi, constatiamo favorevolmente il completamento, con celerità e senza clamore, di questo Progetto Casa e ci apprestiamo ad apprezzarne i benefici pubblici conseguenti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.