SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora un mal di pancia del giovane consigliere comunale di Forza Italia Valerio Pignotti nei confronti del sindaco Pasqualino Piunti, anche lui di Forza Italia. La decisione del Tar sulla piscina, che ha accolto la richiesta di sospensiva del bando del comune in merito al project financing della Piscina Comunale Gregori, innesca una critica di Pignotti verso il primo cittadino. Pignotti, inoltre, scagiona da eventuali responsabilità gli assessori Assenti e Tassotti, che qui avevano risposto.

“Va bene tutto ma non si possono accusare gli assessori Andrea Assenti e Pierluigi Tassotti per un project financing che risulta paralizzato – sostiene Pignotti – La principale responsabilità è di chi aveva il compito di coinvolgere, concertare, spiegare e far conoscere questo progetto alla Città. Andava avviata una azione sinergica con le società che utilizzano il nostro impianto natatorio. Il sindaco Piunti aveva anche il compito di mediare, smussare gli angoli e poi cercare di promuovere una sintesi“.

Nulla è stato fatto. Lo stop al progetto, nonostante il grande impegno degli assessorati, è un danno enorme alla Città. Il sindaco riferisca in Consiglio comunale e dica quali sono state le sue azioni. Un buon padre di famiglia si sarebbe comportato diversamente” scrive.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.