SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo anni è finalmente iniziata l’opera di smantellamento dei piloni del tratto di spiaggia in zona Sentina con un’operazione andata in scena stamane da parte degli operai incaricati dal Comune.

I pilastri in cemento erano eredità di uno stabilimento balneare dismesso e il luogo è stato teatro, qualche tempo, di un incidente che ha visto un appassionato di kite-surf  infortunarsi proprio in quel tratto. L’amministrazione ha parlato mesi fa dell’avvio della procedura per eliminare quei blocchi di cemento con gli uffici che avevano già individuato da tempo i proprietari.

Sul terreno, però, che era una spiaggia privata, pendeva una procedura concorsuale di fallimento che non ha reso facile ottenere il ripristino dei luoghi da parte dei proprietari fino a questo momento e quindi si è resa necessaria l’operazione a spese del Comune.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.