SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di seguito una nota di Pier Giorgio Giorgi, segretario di circolo del Pd di San Benedetto.

Per celebrare degnamente la Festa del Santo Patrono quest’anno il Sindaco di Bancarella del Tronto ha pensato di fare le cose veramente in grande.

E cosa mai avranno partorito di talmente grandioso il primo cittadino insieme al fidato Re dei Mercatini Carmine Chiodi? Dalla Chiesa del Santo martire Benedetto alla Piazza Rossa dell’Agraria un tappeto di giostrine e di barroccini per allietare grandi e piccini.

Ci consentano i lettori la domanda maliziosa e preoccupata: ci sono le autorizzazioni?

Visti i precedenti dell’autoscontro  e del mercatino natalizio di Piazza Cristo Re il dubbio sorge spontaneo. Al Corpo dei Vigili urbani il compito di verificare i permessi. Ne chiederemo conto al Comandante Coccia. Se succede qualcosa sapremo a chi rivolgerci.

Quanto ha incassato l’amministrazione comunale per l’occupazione del suolo pubblico?

È cosa nota che da quando si è insediato in Municipio Piunti è invalso l’uso di non far pagare la tassa agli occupanti saltuari mentre gli ambulanti del mercato del martedì e del venerdì la pagano regolarmente.

Tenuto conto del fatto che le bancarellate selvagge vengono riproposte in continuazione e che il privato che organizza certamente incassa mentre il Comune no, quanti soldi vengono sottratti alle casse pubbliche in un anno?

Soldi che potrebbero essere impiegati per la manutenzione ordinaria di una città che somiglia sempre più ad una selva selvaggia.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.