MONTEPRANDONE – Dal 2011 e il 2014 si era “specializzato” nell’attività illecita di distribuire sostanze stupefacenti sulla costa.

Per questo un 32enne, albanese e domiciliato a Monteprandone, è stato condannato a 4 anni e mezzo di reclusione in carcere.

I carabinieri locale Stazione, comandata dal Luogotenente Gabriele Luciani, a conclusione di uno specifico impegno investigativo, hanno rintracciato il “pusher” colpito da un ordine di carcerazione.

L’uomo, portato in caserma e identificato, è stato poi condotto carcere di Marino del Tronto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.