MARTINSICURO – Maltratta per anni la moglie acciecato da morbosa gelosia: il giudice lo allontana da casa. Non potrà più avvicinarsi alla donna nè comunicare con lei in nessun modo il 44enne di Martinsicuro al quale i carabinieri della locale stazione hanno notificato, nella giornata di ieri, 6 ottobre, il provvedimento emesso dal tribunale di Teramo.

Anni di violenze, anche alla presenza dei figli minori, fatti di schiaffi, minacce di morte e insulti continui. Il tutto dettato quasi sempre da un’insana gelosia che portava il 44enne ad accusare quotidianamente la moglie di avere relazioni con altri uomini.

A completare il quadro emerso dal racconto della vittima ai carabinieri, in più di un’occasione, la poveretta era stata costretta ad avere rapporti sessuali con lui contro la propria volontà e sempre dietro minaccia. Una triste storia di violenze che aveva portato la donna ad andarsene a vivere con i propri genitori, insieme ai propri figli.

Una mossa che, però, non aveva fermato il marito, anzi, l’uomo ha iniziato a pedinarla, andando a bussare continuamente a casa dei suoceri con la pretesa di parlare con lei e di controllare il suo telefono. Alla fine, la 46enne, temendo seriamente per la propria incolumità, ha trovato il coraggio di denunciare tutto ai carabinieri e nella giornata di ieri è arrivato il provvedimento del gip.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.