SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Domenica ore 15 alle porte del Riviera Delle Palme bussa il Piacenza di mister Arnaldo Franzini. Una partita importante per entrambe le fazioni, divise in classifica da appena due punti. I rossoblu di Montero non vogliono perdere più punti dopo le delusioni con Fermana e Modena per tenersi aggrappati al treno delle prime posizioni mentre i Lupi non vogliono perdere contatto con le seconde, Reggiana e Vicenza, un punto sopra in tabellone e impegnate, nel prossimo turno, entrambe in due gare in casa.

Il Piacenza, però, arriva a San Benedetto in una situazione molto delicata da un punto di vista ambientale. Da fine settembre, infatti, i biancorossi sono stati prima investiti dal “Caso Cacia” con tanto di ripercussioni col mondo ultras, che sappiamo essere piuttosto caldo da quelle parti, e poi dalle dimissioni del presidente Marco Gatti, probabilmente legate alla prima questione, che ha lasciato le redini al vice Roberto Pighi.

Tutto nasce dopo Piacenza-Ravenna 3-1 del 25 settembre: dopo 5 partite a secco di gol, Daniele Cacia, che in città è amatissimo (oltre 40 gol in 7 stagioni e cresciuto nel settore giovanile biancorosso), si sblocca e in sala stampa ringrazia tutti tranne il presidente onorario Stefano Gatti, fratello di Marco, omesso volutamente. Il motivo? Le critiche espresse da Gatti all’attaccante dopo le prime partite senza gol.

Al momento la situazione sembra rientrata e i Gatti e Cacia pare abbiano fatto pace ma due giorni fa è arrivata la decisione choc del presidente di dimettersi. La famiglia Gatti e la Steel, l’azienda di famiglia, non hanno fatto venir meno l’impegno economico ma le dimissioni sono frutto di una settimana di tensione nata dopo gli screzi con la punta che era a un passo dall’essere messo fuori rosa. Una situazione che pare aver scatenato anche uno scontro fra un gruppo ultras e lo stesso Stefano Gatti che sarebbe stato avvicinato da alcuni tifosi e insultato.

La città ha cercato di ricucire in queste ore con uno striscione appeso proprio davanti all’acciaieria della famiglia Gatti ma di certo i Lupi non si presenteranno in Riviera nel momento più sereno della loro stagione, un elemento che magari la Samb potrebbe sfruttare a suo favore. Anche perché, dalle notizie che filtrano da Piacenza Cacia dovrebbe accomodarsi in panchina e nel 3-5-2 di Franzini davanti troveranno spazio Paponi, in gran forma, e Sestu.

Questa dovrebbe essere la formazione dei Lupi, praticamente la stessa che ha battuto il Carpi per 2-1 sabato scorso.

Piacenza (3-5-2)

Del Favero

Della Latta Milesi Pergreffi

Zappella Cattaneo Nicco Marotta Imperiale

Paponi Sestu

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.