ANCONA – Quinto posto per l’Italia della pallamano agli Animus Youth Games, i Giochi giovanili dell’Adriatico e dello Ionio che si sono tenuti lo scorso fine settimana ad Ancona.

Nella squadra Azzurra anche cinque ragazzi

dell’Handball Monteprandone, il portiere Lorenzo Capocasa, i terzini Riccardo Simonetti e Marco Di Girolamo, il pivot Moreno Salladini e l’ala Davide Evangelista. In panchina, invece, coach Andrea Vultaggio, che insieme al collega Nicolas Analla ha guidato la rappresentativa costituita anche da nove atleti della Polisportiva Cingoli (Di Caro, Tobaldi, Ciattaglia, Chiaraberta, Santamarianova, Pagliare, Rossetti, Gigli e Bordoni).

Per l’Italia la prima fase del torneo, nel girone A, è stata caratterizzata da una vittoria (16-10 sulla Romania), due pareggi (14-14 contro il Montenegro e 20-20 con la Slovenia) e la netta sconfitta contro la forte Serbia, dopo un primo tempo giocato alla pari.

La squadra del duo Vultaggio-Analla si è così qualificata per la finale valevole per il quinto posto, contro la Grecia. Missione compiuta: 25-20 il risultato.

“Ottima esperienza internazionale per tutti e grande possibilità di arricchimento, sia tecnica che culturale a livello personale” il commento di coach Andrea Vultaggio.

Ancora una volta, quindi, una bella avventura per l’Hc Monteprandone dei fratelli Romandini.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.