SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Marcin Wieczorek, polacco di Radom, 23 anni da poco compiuti, è il vincitore del quarto Premio pianistico ‘La palma d’oro’. La proclamazione domenica 29 settembre sul palco del teatro Concordia. Un ciuffo biondo che gli scende sul volto, fisico esile che lo fa sembrare ancora più giovane, ha conquistato la giuria per il suo grande virtuosismo e forza espressiva. Travolgente l’esecuzione del Carnevale di Vienna op. 26 di Schumann e della Sonata op. 83 di Prokofiev. Al secondo posto il civitanovese Giulio De Padova che ha eseguito alcuni Studi di Rachmaninoff. Terzo posto ex equo per le due pianiste asiatiche: Kiana Reid (Giappone) e Ken Chai (Corea) che hanno interpretato la Sonata in si minore di Liszt. Al polacco Wieczorek andrà una borsa di studio di 3 mila euro, assegnata dalla famiglia Cannelli, e tre concerti remunerati, uno al FestivaLiszt di Grottammare, gli altri a Offida e Recanati.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.