GROTTAMMARE – La possibilità di abbassare di circa 15 mila euro annui il costo di alcuni mutui entra nella discussione del prossimo Consiglio comunale. Il servizio Gestione risorse, infatti, propone all’assise l’adesione alla rinegoziazione prevista dalla Legge di bilancio 2019, applicabile ai mutui con scadenza superiore a 10 anni, contratti con la Cassa Depositi e Prestiti e trasferiti al Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il punto va ad integrare l’ordine del giorno presentato nei giorni scorsi relativamente alla seduta di lunedì 30 settembre. I lavori potranno essere seguiti anche in diretta web dal canale Comune di Grottammare di You Tube, a partire dalle ore 18.

I prestiti potenzialmente oggetto di rinegoziazione secondo i criteri dettati dal Decreto MEF del 30 agosto scorso sono due: uno acceso per i lavori di costruzione del sottopasso ferroviario in via Pertini, l’altro per realizzare un impianto di captazione delle acque. Entrambi hanno scadenza 2044 per un valore complessivo del debito residuo di 750 mila euro (al 1° gennaio 2019). In caso di adesione, il tasso di interesse post rinegoziazione scenderebbe a 1,499%, a fronte degli attuali 4,93% e 4,582%, per un risparmio annuo complessivo di 15 mila euro.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.