SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ringraziamo il sindaco di San Benedetto del Tronto, Pasqualino Piunti, per la solerte e puntuale precisazione circa il suo viaggio promozionale a Mosca del marzo 2019, di cui potete leggere dettagliatamente di seguito.

Riguardo dell’invito finale del sindaco a questa testata, ovviamente lo raccogliamo in quanto già nostro. Sarà nostro dovere, a breve, ricostruire i flussi turistici russi, intanto, verso San Benedetto nell’ultimo decennio – anche per valutare eventuali miglioramenti da registrare dall’anno venturo – e aprire anche ai flussi giapponesi, semmai rilevati, oggetto dell’ultimo viaggio della Regione Marche col consigliere regionale sambenedettese Fabio Urbinati.

Il nostro articolo/proposta mira a costruire un vero e proprio regolamento, intanto comunale – ma ovviamente non solo – da redigere obbligatoriamente al ritorno da queste esperienze, con tanto di obiettivi da raggiungere sulla scorta di serie storiche del passato disponibili o ricostruite. Come, grosso modo, avviene nelle aziende. Non per banale livore anticasta, che non ci appartiene, ma per trasparenza e per capire se le energie, non solo economiche, della nostra città vengono indirizzate in maniera opportuna. Con risultati proficui.

Pier Paolo Flammini.

***

Gentile direttore,
ho letto con grande interesse l’articolo pubblicato dal vostro quotidiano che propone agli amministratori pubblici di rendicontare pubblicamente modalità e risultati delle missioni all’estero. E’ vero che, di norma, vengono diffusi comunicati stampa che contengono informazioni su quanto avviene in queste occasioni, ma mi sembra giusto e doveroso offrire, per quanto mi riguarda, un ulteriore contributo di trasparenza.

Faccio dunque riferimento alla missione svoltasi dall’11 al 14 marzo alla Fiera Internazionale MITT di Mosca alla quale ho partecipato in rappresentanza di questa Città e componente di una delegazione allestita dalla Confcommercio provinciale che si è fatta carico di tutte le spese, comprese quelle del sottoscritto.

La nostra partecipazione alla MITT, inserita in una più ampia iniziativa promossa dalla Regione Marche, assumeva un ruolo particolarmente importante per la promozione dell’immagine della Città in quanto si tratta di uno degli eventi di settore più importanti a livello mondiale, con la presenza di delegazioni e tour operator provenienti da moltissime realtà della Russia.

Nel corso della nostra permanenza alla fiera, abbiamo incontrato circa 15 rappresentanti di tour operator russi avviando inoltre molti contatti diretti con gli intervenuti alla fiera. A tutti è stato distribuito materiale promozionale della Città. Momento culminante della missione, la mia partecipazione, insieme agli altri delegati, ad una conferenza organizzata dalla Regione Marche nella quale ho avuto modo di illustrare le bellezze del sud delle Marche alla presenza di circa 20 giornalisti di testate turistiche russe.

Uno dei risultati più rilevanti che ci si attendono da questa missione riguarda l’apertura di una rotta diretta Mosca – Ancona di circa due voli settimanali per intercettare il turismo russo mentre mi risulta che siano stati sottoscritti due contratti di collaborazione per l’apertura di un canale turistico con quel Paese.

Spero, gentile direttore, di aver risposto in modo esauriente ai vostri quesiti. Sono sicuro che, con la stessa tempestività e puntualità, riceverà dalle altre persone da voi citate (l’ex sindaco Giovanni Gaspari e il consigliere regionale Fabio Urbinati, ndr) che hanno rivestito o rivestono incarichi istituzionali un analogo riscontro.

Se malauguratamente così non dovesse essere, esprimo la certezza che codesta testata farà sentire con decisione ed incisività la sua libera voce nei confronti degli inadempienti.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.