SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Archiviato il pareggio di Fermo per la Samb è già tempo di tornare in campo, fra le mura amiche, mercoledì contro il Modena (ore 18 e 30). Mister Paolo Montero, nella tradizionale conferenza stampa pre partita, presenta la sifda sfoggiando un’analisi approfondita dell’avversario:

MONTERO ANALIZZA IL MODENA.Giocheremo contro una squadra che propone, con un buon allenatore (l’ex Mestre e Juve Under 23 Mauro Zironelli) che fa giocare bene le sue squadre. Poi pressano bene, hanno giocatori che giocano bene l’1 contro 1 e hanno una linea a tre dietro che ha buoni piedi. Il Modena” presegue il mister uruguagio “meritava più punti di quelli che ha e speriamo vengano a giocare a viso aperto come hanno fatto finora dai video che ho visto” chiosa Montero.

IL MOMENTO DELLA SAMB. “Secondo me la Samb meritava 4 punti in più perché contro Triestina e Fermana il primo tempo poteva finire 2 o 3 a 0 per noi. Qualche errore di troppo nei gol presi? Sì, può essere” ammette Montero “ma è anche colpa mia forse perché io li stimolo sempre a proporre da dietro e uscire palla al piede. Prendiamo il gol incassato a Fermo, abbiamo perso la palla ma il passaggio di Miceli era giusto. Se non provi non sbagli” dice il mister che fa un parallelismo con uno dei momenti topici della sua carriera da calciatore: “Durante la finale di Manchester (nel 2003 in Champions contro il Milan ndr) ho sbagliato il rigore perché l’ho tirato, non mi sono tirato indietro”.

“NIENTE TURNOVER”. Se il Modena potrebbe cambiare qualche elemento rispetto all’ultima partita (1-1 in casa contro la Feralpisalò) Montero non intende farsi tentare dal turnover: “Non scherziamo, hanno tutti 24 anni e hanno giocato domenica, la partita è il miglior allenamento”. In ogni caso c’è qualche affaticamento che lo tiene in pensiero: “Dobbiamo valutare le condizioni di Rocchi e Gelonese, lo faremo domattina. Comunque mi sta piacendo, a centrocampo, il modo in cui si stanno integrando a vicenda Di Massimo e Frediani. Ricordate” conclude il mister “se un giocatore cresce vuol dire che dietro ha un compagno che sta facendo bene e gli mette pressione”.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.