SAN BENEDETTO DEL TRONTO -Con la conclusione della stagione estiva, volge al termine l’Operazione “Mare Sicuro 2019”, campagna che si pone l’obiettivo di promuovere, incoraggiare e sostenere la “cultura del mare” e, più in generale, il senso di responsabilità per la tutela delle risorse marine e dell’ambiente costiero. L’operazione “Mare Sicuro” ha, inoltre, perseguito l’obiettivo di trasmettere la cultura della sicurezza in mare, al fine di garantire a tutti gli utenti una serena vacanza estiva. Un’operazione condotta nel segno della “trasversalità”, quale sintesi del lavoro e dello sforzo che il Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera – compie nell’ambito delle proprie funzioni e dei compiti legati agli usi civili e produttivi del mare.

L’operazione “Mare Sicuro 2019” ha avuto inizio il primo giugno e si è conclusa il 13 settembre ed ha visto impegnati le donne e gli uomini della Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto, del dipendente Ufficio Circondariale marittimo di Porto San Giorgio e dell’Ufficio Locale Marittimo di Cupra Marittima, nonché il personale del 1° Nucleo Sommozzatori della Guardia Costiera di stanza proprio a San Benedetto del Tronto. Per l’intero periodo estivo è stata garantita, ogni giorno, la costante presenza di pattuglie terrestri, di tre motovedette e tre battelli pneumatici che hanno operato sia al fine di prevenire eventuali situazioni di pericolo, che direttamente in situazioni di soccorso.

Non meno rilevante è stata l’attività posta in essere al fine di sensibilizzare i cittadini e tutti gli utenti del mare (anche attraverso la fattiva collaborazione degli Enti locali, le Associazioni di Categoria, le Associazioni di Volontariato e gli incontri negli Istituti scolastici) al corretto uso delle spiagge, degli specchi acquei e delle unità da diporto. Ricca di soddisfazioni è risultata la collaborazione con gli Istituti scolastici del piceno e del fermano, con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini del domani sulle tematiche del mare e della tutela dell’ambiente.

Non da ultimo, l’operazione “Mare Sicuro” si è caratterizzata per l’attività operativa, con particolare attenzione ai controlli sul territorio al fine di assicurare il libero utilizzo delle spiagge e la fruizione in sicurezza del mare, nonché alla corretta applicazione della normativa in materia di tracciabilità dei prodotti ittici e della tutela dei consumatori.

I dati dell’operazione “Mare Sicuro”, per il Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto, comprendente le Province di Ascoli Piceno e Fermo, sono i seguenti:

  • 5587 controlli effettuati;
  • 12 le persone soccorse/salvate;
  • 132 i verbali amministrativi elevati per un totale di circa 61 mila euro;
  • 4 le comunicazioni di reato inviate all’Autorità Giudiziaria inerenti l’utilizzo del demanio marittimo e l’occupazione abusiva di tratti di spiaggia.

Nel corso dell’operazione “Mare Sicuro” è stata eseguita anche la campagna “Bollino Blu”, dove sono stati effettuati i controlli sulle unità da diporto, finalizzati, tra l’altro, al rilascio del bollino blu attestante la complessiva regolarità dell’unità navale alle norme vigenti in materia di sicurezza, documenti e dotazioni di bordo. Il rilascio di tale attestazione, oltre all’importante verifica del mantenimento di elevati standard di sicurezza a bordo delle unità da diporto, è servita per evitare il reiterarsi di controlli da parte delle diverse forze di polizia operanti in mare.

Sempre nel corso della stagione balneare, il personale del Compartimento marittimo di San Benedetto del Tronto è stato impegnato nell’operazione “Spiagge libere-Acquee libere” mirata al contrasto dell’abusivismo sul pubblico demanio e negli specchi acquei, grazie alla quale sono stati restituiti alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini importanti tratti di spiaggia libera, provvedendo al contempo al sequestro delle attrezzature che abusivamente occupavano il litorale.

Come in ogni evento e attività, al suo termine è tempo di valutazioni e approfondimenti su ciò che si è fatto e su cosa migliorare. La stagione estiva appena trascorsa è stata caratterizzata per l’emissione della nuova ordinanza di sicurezza balneare che ha apportato importanti novità e migliorie in tema di sicurezza balneare, condivise a livello regionale e realizzata anche grazie all’impegno di tutte le amministrazioni dei Comuni costieri. Tuttavia, è fondamentale aver già individuato i punti di criticità, con l’obiettivo di attivarsi, fin da subito, al fine di porvi rimedio per la prossima stagione estiva, così da rendere sempre più puntuali ed esaustive le norme che disciplinano la sicurezza in mare per garantire a tutti gli utenti del mare una serena vacanza estiva.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.