TORTORETO – Con una ruspa rubata sradicano la colonnina del self di un distributore situato nelle vicinanze e si danno alla fuga con il bottino.

Il colpo è andato a segno la notte scorsa, alle prime ore del 19 settembre, lungo la bonifica del Salinello, nel territorio di Tortoreto, quando 3 uomini con il volto travisato hanno prima rubato una ruspa in una cava della zona poi, con il pesante mezzo, si sono diretti verso il vicino distributore di benzina e Ip.

Giunti nell’area di servizio, hanno abbattuto la colonnina del self per poi caricarla sulla ruspa e tornare di nuovo nella cava dove hanno estratto con calma la cassetta con i contanti. Si sono poi allontanati in auto abbandonando lì anche la ruspa.

Un colpo studiato nei minimi particolari ma che ha fruttato ben poco ai malviventi: la cassaforte era stata svuotata dal titolare dell’area di servizio a chiusura e, non essendo un tratto stradale particolarmente trafficato nelle ore notturne, il bottino (ancora comunque da quantificare con esattezza) avrebbe fruttato solo qualche decina di euro.

Ingenti, invece, i danni arrecati al distributore che, anche in passato, era stato preso di mira dai ladri con l’ultimo assalto datato 13 gennaio: in quell’occasione, però, i malviventi, dopo aver abbattuto la colonnina con un camion rubato a Giulianova, dovettero darsi alla fuga senza riuscire a mettere le mani sulla cassaforte visto il tempestivo arrivo sul posto da parte delle forze dell’ordine.

E ora sull’ennesimo furto indagano i carabinieri delle stazioni di Tortoreto e Alba Adriatica. Al vaglio le telecamere di video sorveglianza dell’area di servizio dalle quali, al momento, è stato possibile risalire soltanto al numero dei componenti del commando, ma le indagini proseguono per tentare di scoprire anche l’identità dei tre malviventi che potrebbero far parte di una vera e propria banda di professionisti specializzata in questo tipo di furti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.