SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovo capitolo nella saga della gestione dello stadio “Riviera Delle Palme”. Il Comune, stamattina, ha riavviato la procedura dopo che lo scorso 12 settembre nessuno aveva risposto al bando pubblico. Samb in primis ovviamente visto che la società rossoblu è il principale fruitore dell’impianto. 

Tecnicamente l’atto emesso da Viale De Gasperi è un invito a manifestare interesse. La natura dell’atto la specifica il comune in una nota in cui lo qualifica come “Avviso pubblico per lo svolgimento di una indagine di mercato per l’individuazione di operatori economici eventualmente interessati ad essere invitati alla procedura negoziata per l’affidamento inconcessione della gestione dell’impianto sportivo di proprietà comunale “Stadio Riviera dellePalme”. Quindi a questo punto ci si aspetta che la Samb risponda (anche se tecnicamente l’invito è aperto a tutti) dopodiché si dovrebbe avviare una procedura negoziata dei termini di concessione del Riviera. Compresi ovviamente quelli economici che prevedevano originariamente un contributo pubblico alla Samb di 50 mila euro contro un canone dovuto dai rossoblu al Comune di 30 mila e che ora potrebbero essere ridiscussi per trovare la quadra nei rapporti Samb-Comune.

“Le domande dovranno essere presentate entro le ore 12,00 di mercoledì 2 ottobre 2019” continua ancora il comunicato degli uffici di Viale De Gasperi. Entro quella data dunque deve rispondere la società rossoblu, che già domenica dopo Samb-Arzignano, attraverso le parole del presidente Fedeli, aveva rassicurato tutti sul fatto che la questione stadio si sarebbe risolta dopo un colloquio chiarificatore fra lo stesso patron romano e il sindaco Pasqualino Piunti. 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.