CUPRA MARITTIMA – La diciassettesima edizione del Cupra Musica Festival si è aperta venerdì sera nella chiesa di San Basso con il grande successo del quintetto I fiati di Milano, con Yuri Ciccarese al flauto, Giuseppe Lo Preiato all’oboe, Raffaele Bertolini all’oboe, Claudio Catalini al corno e Fausto Polloni al fagotto.

I musicisti hanno allietato il numeroso pubblico spiegando ed eseguendo magistralmente celebri trascrizioni dalle opere di Rossini (Il signor Bruschino e l’Italiana in Algeri), Donizetti (L’Elisir d’amore), Verdi (Nabucco) e Mascagni (Cavalleria rusticana).

Composto da solisti virtuosi dello strumento, il quintetto è riuscito a conquistare il pubblico con la ricerca di sonorità estreme, dal pianissimo al fortissimo e costruendo crescendo rossiniani coinvolgenti, perfetti per l’acustica della chiesa di San Basso.

Si ricordano gli altri appuntamenti del festival, tutti alle 21.30: questa sera, 7 settembre, nella chiesa di San Basso con l’esecuzione della Serenata Gran Partita di Mozart, con i 13 musicisti dell’Ensemble Nova Amadeus diretti da Massimiliano Picca; mercoledì 11 settembre a Villa Vinci-Boccabianca L’invito al viaggio, un giro del mondo tra melodie, danze e canzoni, con il soprano Rossella Marcantoni e con il direttore artistico Davide Martelli al pianoforte; giovedì 12 All’immortale amata, un concerto-spettacolo interamente dedicato a Beethoven, con Luca Ranieri alla viola, M.Cecilia Berioli al violoncello, Lucrezia Proietti al pianoforte e la voce narrante di Domenico Benedetti Valentini.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.