SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vis Pesaro-Samb si avvicina e mister Montero incontra la stampa. Di venerdì anziché, come di consueto, il sabato visto che i rossoblu potrebbero partire in anticipo la vigilia della gara con la squadra che dormirà a Pesaro nella notte fra sabato e domenica.

Il mister non teme rilassamenti dei suoi dopo gli encomi ricevuti dalla Samb in questo convincente avvio di campionato. “Stiamo crescendo piano piano, abbiamo fatto una grande settimana di lavoro, adesso è importante finirla con l’esame della domenica. Come staff ci aspettiamo una bella partita” commenta Montero. “Rischio di sedersi sugli elogi ricevuti? Per il momento non vedo di questi problemi” risponde secco l’uruguaiano, che però aggiunge: “E’ compito del nostro staff evitare che i calciatori si rilassino e per fare questo serve anche una rosa competitiva in cui il giocatore deve capire che se si addormenta c’è un compagno dietro pronto a sostituirlo”. Sulle dinamiche di spogliatoio (VIDEO): “Giusto che chi non gioca si arrabbi ma chi lo fa deve bussare alla porta del mister e non buttare il pallone in allenamento. Funziona così, chi ha problemi o è arrabbiato deve bussare alla porta del mister. L’umore del gruppo lo fa chi non gioca”.

Cosa chiede il mister alla squadra? “Chiedo più concentrazione, fare meno sbagli se vogliamo continuare a essere protagonisti. Domenica abbiamo mandato un messaggio importante meritando di vincere contro una delle favorite. Adesso però le squadre avversarie ci guarderanno e presteranno più attenzione ma questo è il bello, se ti prestano più attenzione vuol dire che stai migliorando, che ti considerano una squadra forte”.

Poi un’analisi della Vis Pesaro e più in generale del campionato. “Le squadre italiane sono agonisticamente valide in tutte le serie, dalla A alla C, come in Sudamerica. A Pesaro forse ci potrà aiutare il campo, simile al nostro, in cui potremo trovare spazi. Per quanto riguarda gli avversari dipende se continueraano a giocare con la difesa a 5. Comunque noi giochiamo con la difesa alta e questo porterà tutti a voler uscire rapidamente per prenderci negli spazi. Ci sono rischi a giocare così” ammette Montero “ma anche benefici, come ad esempio sfiancare gli avversari. Domenica Granoche ha dovuto fare 40 metri di campo ogni volta, non è facile per 90 minuti”. 

Sulla formazione di domenica: “Per ora restiamo così, abbiamo lavorato bene e anche se manca un allenamento ad ora non ho in mente di cambiare nulla”. Capitolo indisponibili: solo Giacomo Biondi non verrà convocato, il difensore ha infatti un problema (microfrattura) al quinto metatraso del piede e i tempi di recupero non sono facilmente pronosticabili.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.