ROMA – Sono 8.700 i beni sequestrati per oltre 26 mila euro di valore nell’ambito dell’operazione Spiagge Sicure nelle Marche dal primo agosto scorso.

Lo comunica il Ministero dell’Interno. Le attività hanno comportato 317 ore di lavoro straordinario effettuato per un totale di spesa pari a 53 mila euro; 76 mila euro le spese per i mezzi tra cui diversi veicoli elettrici.

Sono cinque i Comuni marchigiani destinatari di 210 mila euro di finanziamento: Sirolo (Ancona), Cupra Marittima e Grottammare (Ascoli Piceno), Porto San Giorgio (Fermo) e Potenza Picena, in provincia di Macerata.

“I Comuni delle Marche rientrano tra i 100 individuati e finanziati in tutt’Italia per 4,2 milioni con i fondi stanziati dal Viminale per Spiagge sicure – Estate 2019. Il progetto terminerà il 15 settembre”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.