SAN BENEDETTO – Martedì sera, presso il ristorante Peperoncino di Enrico D’Addazio, la Sambenedettese Calcio ha riunito tutta la stampa locale per una gustosa seduta culinaria che ha ricevuto il gradimento di tutti i partecipanti. L’iniziativa è stata del direttore generale Walter Cinciripini che ha offerto la cena in collaborazione con il titolare del locale di viale Cristoforo Colombo, a due passi dallo stadio F.lli Ballarin.

Il Dg ha preso subito la parola per ringraziare tutti con l’auspicio che il campionato della Samb, iniziato benissimo, continui con altri successi già a partire dal prossimo incontro con la blasonata Triestina. Nel suo breve discorso si è augurato una comunità di intenti, indispensabile tra persone che partecipano allo stesso processo e stanno perseguono un obiettivo simile.

La serata è stata allietata dalle doti canore di Pasquale Bergamaschi che possiamo considerare il ‘Gino Paoli’ sambenedettese. Dopo di  lui Daniele Bollettini e Benedetto Marinangeli si sono dovuti accontentare del… karaoke.

A fine serata una significativa nostra video intervista al DG Cinciripini che ha segnato anche la fine di un’incomprensione sorta due mesi fa tra lui e il nostro direttore Nazzareno Perotti

È un po’ la cronistoria del suo ritorno alla Samb, della quale era stato presidente nel periodo in cui il patron della società era Ugo Caucci della Casucci jeans che ha la sede a Sant’Egidio alla Vibrata.

Di seguito Cinciripini, intervistato da Roberto Raneri, ricorda come è nata la sua passione per la Samb nonostante sia originario dell’ascolano.

PS In un articolo a parte una terza intervista nella quale il Dg rossoblu illustra le sue intenzioni per quel che riguarda la viabilità di viale Dello Sport e i parcheggi. In modo particolare quando non arriveranno squadre con seguito significativo di tifosi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.