SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Di sabato scorso l’ennesimo grido di aiuto del Siulp, il sindacato di polizia che ormai da tempo, in Riviera, denuncia carenze di organico.

“Incidenti in Riviera, pattuglia unica del 113 in un’area di 200 mila persone. Carenze di organico, fare qualcosa”

La questione stimola anche la politica. “Dopo l’ennesima segnalazione del sindacato della polizia di stato sulla situazione del commissariato di San Benedetto, praticamente ridotto allo stato di impossibilità di funzionamento, mi sento di chiedere al sindaco Piunti a che punto siamo? Due mozioni ed una interrogazione sul tema che riscontro hanno avuto. Il suo famoso pugno è stato battuto sui tavoli giusti? Dai risultati di questa estate e dalla nota del sindacato siulp non sembrerebbe” dice Tonino Capriotti del Pd.

“Una pattuglia stradale su un bacino d’utenza di circa 200.000 persone è come mangiare il brodo con la forchetta, significa non rendersi conto della situazione, praticamente fuori controllo. Basta leggere i giornali per rendersi conto della realtà. Allora caro sindaco faccia un regalo ai sambenedettesi, batta il suo famoso pugno sui tavoli giusti, prenda il toro per le corna ed affronti il problema, penso che dopo tre anni e mezzo sia ora” chiosa il consigliere.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.