Di Antonio Di Salvatore

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Al termine della gara del 17  agosto che ha visto l’Italia dominare sulla Russia, il C.T della nostra nazionale Conor O’Shea ha rilasciato dichiarazioni ai microfoni della stampa: “Sono soddisfatto della prestazione e del risultato. Nel secondo tempo, nonostante i cambi, ho visto la stessa intensità con e senza palla. Ci sono stati alcuni errori su cui dobbiamo lavorare, ma questa partita è stata un banco di prova importante che ci ha permesso di sperimentare alcune giocate. Il nostro obbiettivo principale non è il Sei Nazioni o il tour estivo, bensì il Mondiale in Giappone. Ora ci aspettano due sfide difficili contro Francia e Inghilterra ma sappiamo che con l’atteggiamento di oggi possiamo giocarcela. Riguardo i 31 convocati? La scelta è ardua, nel gruppo ci sono tanti giocatori di qualità, ma ci tengo a precisare che anche chi non verrà convocato, dovrà farsi trovare pronto in caso di infortuni”.

Ai microfoni della stampa anche il capitano Sergio Parisse, autore di una meta nel primo tempo del match: “E’ una forte emozione sia per la squadra sia a livello personale, in quanto questa è la mia ultima presenza di fronte al pubblico amico. Fa piacere concludere in casa con 85 punti. Ora dobbiamo allenarci e prepararci fisicamente in vista del Mondiale”.

Qui l’articolo sul pomeriggio di festa

FOTO Rugby, Italia ok ma il vero vincitore è il “Riviera delle Palme”: oltre 10 mila tifosi, entusiasmo sugli spalti


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.