Di Antonio Di Salvatore

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La Riviera è positiva e carica.

Questa mattina, 16 agosto, nella sala stampa dello stadio “Riviera delle Palme” a San Benedetto, presenti i rappresentanti della Regione Marche, il direttore commerciale della FIA Carlo Checchinato e il capitano della nostra Nazionale di Rugby, Sergio Parisse per la conferenza pre-gara di sabato 17 alle 18.25 contro la Russia.

Siamo giunti, infatti, alla vigilia del Cattolica Test Match che vedrà impegnati gli azzurri contro la nazionale russa per un incontro che di amichevole ha ben poco. Infatti la partita si svolgerà solo due giorni prima delle convocazioni del C.T. Conor O’Shea, che dovrà ufficializzare i nomi dei 31 atleti che prenderanno parte ai Mondiali in Giappone. San Benedetto e lo stadio “Riviera delle Palme”  allestito per l’occasione, sono pronti ad ospitare per la prima volta un grande test-match internazionale, in quella che sarà l’ultima uscita casalinga della nostra nazionale prima della rassegna iridata nipponica.

“Siamo contenti di avere la collaborazione della Regione Marche per un evento sportivo di caratura internazionale ” ha detto Carlo Checchinato, ex rugbista e direttore commerciale FIR (Federazione Italiana Rugby).

Il consigliere della regione Marche Fabio Urbinati ha dichiarato: “Ringrazio la Federazione per aver scelto la nostra città e faccio un in bocca al lupo agli atleti. Con lo sport riusciamo a valorizzare il territorio”. Anche l’assessore regionale Moreno Pieroni ha augurato buona fortuna al capitano e agli atleti ringraziando la Federazione e i partner coinvolti.

La conferenza ha poi assunto un taglio più tecnico quando ha preso la parola il capitano della nazionale italiana di rugby Sergio Parisse, prossimo al suo quinto Mondiale: “Il test arriva a soli due giorni dall’ufficializzazione dei 31 atleti che saranno convocati dal C.T. O’Shea, pertanto c’è una grande motivazione da parte di tutti. Il quinto mondiale sarebbe un bel traguardo dal punto  di vista personale, ma come sapete il rugby è uno sport duro fatto di contrasti, manca ancora tanto alla Coppa del Mondo. Se il mister ci ha chiesto qualcosa in particolare? Non ci ha chiesto cose diverse dallo scorso match contro l’Irlanda. La forma non è ancora ottimale, per molti domani sarà la prima partita della stagione. L’obbiettivo delle amichevoli pre-mondiali contro Russia, Francia e Inghilterra è di mettere forza nelle gambe per arrivare preparati alla rassegna iridata in cui dovremo affrontare Nabibia e Canada nel giro di quattro giorni, poi il Sudafrica che è tra le squadre più in forma del torneo. Sarà perciò fondamentale arrivare preparati fisicamente, con umiltà e determinazione. Come interagisco da capitano con i più giovani? Parlando e confrontandomi molto con loro. I ragazzi sono molto disponibili ad ascoltare le indicazioni che grazie alla mia esperienza posso dar loro. Dal punto di vista mentale vedo un buon clima tra staff e atleti”.

Appuntamento con la palla ovale sabato 17 agosto, presso lo stadio “Riviera delle Palme” per sostenere con passione gli azzurri verso la metà. Previsti 10 mila spettatori e match che andrà in onda su Rai2.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.