ACQUAVIVA PICENA – “Il Sindaco Rosetti e la sua giunta hanno tenuto chiuso il Belvedere Rosa Piattelli per 66 giorni in piena estate: dal 3 giugno al 7 agosto. Non siamo noi dell’opposizione a denigrare Acquaviva ma a mortificare Acquaviva e gli acquavivani ci pensa l’azione politico-amministrativa della maggioranza”.

Ancora una dura reazione della minoranza nei confronti del Comune: “I lavori al Belvedere sono l’ennesima dimostrazione della mancanza di organizzazione e pianificazione delle Amministrazioni Rosetti dal 2012 ad oggi, visto che tutte le procedure potevano iniziare i primi giorni di gennaio, mentre la Giunta di Maggioranza ha deciso di farlo a maggio, 2 giorni prima della scadenza prevista dalla legge. Perché hanno fatto passare 5 mesi senza fare nulla?”.

L’opposizione prosegue: “66 giorni di chiusura del centro del paese hanno recato un danno rilevante alle attività commerciali visto che dopo ferragosto la stagione estiva volgerà al termine: chi li ripagherà di tale danno? Il danno è stato fatto anche ai cittadini e ai turisti che non hanno potuto usufruire del Belvedere per quasi tutta l’estate. Noi siamo testimoni diretti delle lamentele di tanti acquavivani , vacanzieri e acquavivani di origine ma in questi periodo in paese per un periodo di vacanza”.

“Come Acquaviva Futura confermiamo e ribadiamo – affermano gli esponenti –  che NON CI È STATA FORNITA ALCUNA RISPOSTA VISTO CHE IL SINDACO NON HA ANCORA DATO SEGUITO ALLA NOSTRA RICHIESTA, fatta via pec il 22 luglio scorso, DI AVERE TUTTA LA DOCUMENTAZIONE SUL PROGETTO CON I RELATIVI SCAMBI CON LA SOPRAINTENDENZA: perché questo ritardo ingiustificato visto che stiamo parlando di un progetto in corso dove tutti i documenti sono in digitale? Cosa impedisce al Sindaco Rosetti o all’Assessore ai Lavori pubblici di fornirci tutta la documentazione con un semplice clic? Noi restiamo in attesa”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.