Foto e video di Pier Paolo Flammini

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un vero e proprio show musicale. E un viaggio “amarcord” nel passato.

Folla in attesa

Ciò è avvenuto nella serata del 9 agosto a San Benedetto del Tronto. I Subsonica sono stati protagonisti al Porto Turistico, la Riviera è stata scelta fra tante città italiane per “8 Tour”. Un evento targato Best Eventi e Vertigo con la collaborazione del Comune.

Subsonica a San Benedetto

Il gruppo di Torino è stato protagonista dagli anni ’90 ad oggi in tutta Italia e non solo. Otto album che hanno riscosso successo di critica e pubblico. Fra le canzoni più famose “Nuova Ossessione”, “Incantevole”, “Nuvole Rapide”, “Istrice” e tante altre per arrivare alle più recenti come “Bottiglie rotte”.

Subsonica a San Benedetto

Lunghe file all’ingresso, Porto Turistico letteralmente preso d’assalto, circa 3 mila presenze.

Concerto aperto nella fase iniziale da una cover di Franco Battiato (“Un maestro” dice Samuel), Patriots to Arms. Poi è stata la volta del gruppo di Torino verso le 21.45. Al via tutto lo storico repertorio. Una band collaudata da oltre vent’anni: sul palco carica, passione e adrenalina quasi senza pause. Folla scatenata e ballerina. Pop classico tra dance e canzoni d’autore italiane.

A San Benedetto i Subsonica hanno ripercorso anche i concerti passati ed eseguiti nel Piceno: Grottammare, Centobuchi e Ripatransone.

Subsonica a San Benedetto

Subsonica scatenati a San Benedetto

Proprio nell’entroterra, esattamente 17 anni fa, l’apparizione all’Anfiteatro: uno dei concerti più belli in assoluto fatti dalla band torinese e anche ricordato recentemente sui Social da Samuel e Co ma anche sul palco sambenedettese questa sera.

Subsonica al Porto Turistico di San Benedetto

Il concerto odierno ha richiamato un gran pubblico al Porto Turistico. I numerosi presenti si sono fatti trascinare dalla musicalità, dal ritmo e dai brani che hanno fatto grande il gruppo di Torino.

Subsonica che hanno coinvolto più volte i propri sostenitori e messo sul palco un’energia ricca di passione e vitalità. Non sono mancati riferimenti politici alla situazione attuale (crisi di governo imminente) e prima di “Liberi Tutti” un messaggio contro ‘chi diffonde odio tramite il cellulare’. E prima di ‘Sole silenzioso’: “Lo dice anche il Papa, autoritarismo garantisce un clima di odio continuo. Libertà e diritti non sono beni inalienabili ma portano alle spalle storie di disobbedienza, lotte e sacrifici”. 

Poi ancora spazio alle canzoni celebri e ovazioni a fine concerto: applausi scroscianti per i Subsonica, bravissimi. Apice nel finale quando suonano una serie di canzoni del pluripremiato album “Microchip emozionale” del 1999 al quale erano al lavoro proprio nell’estate di 20 anni fa. A mezzanotte un quarto i saluti e ringraziamenti finali a più di tre mila persone in estasi.

Il Porto Turistico si mostra, ancora una volta, un luogo idoneo ad ospitare eventi musicali come qualche settimana fa il concerto di Calcutta e lo scorso anno di Ermal Metal.

Chissà se non si potrà pensare, in futuro, al porto per ospitare la Movida, un’ipotesi ventilata da tempo ma mai attuata o progettata seriamente. Chissà.

Nel frattempo bravi tutti: Subsonica, pubblico ma anche vigilanza privata e Forze dell’Ordine, impegnate nell’ordine pubblico.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.