SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Cda del Centro Agroalimentare ha convocato i soci della partecipata pubblica per il prossimo 28 agosto alle ore 18. All’ordine del giorno c’è la revoca del collegio sindacale (oltre alla nomina del terzo consigliere del Cda dopo le dimissioni di Luigi Travaglini) attualmente composto da Guido Renzi, Luigi Gagliardi e Roberto De Vecchis.

Particolarmente dure le motivazioni della decisione. Innanzitutto il mancato rispetto della parità di genere nell’organo, anomalia segnalata dalla Regione. E poi un macigno: “Il collegio non avrebbe ottemperato ai suoi doveri di esprimere un parere sulla liquidazione delle quote, provocando uno stallo nella procedura” scrive il Cda nella lettera di convocazione.

E ancora: “Il collegio ha parlato a più riprese di messa in liquidazione della società. Una eventualità” si legge nella lettera di convocazione dei soci “che farebbe rimanere in carica l’organo fino a termine della liquidazione, anche per anni, con gli stessi compensi di oggi. Un evidente conflitto di interessi” scirvono gli amministratori del Caap che citano anche di rimando la recente polemica fra Peppe Giorgini e Guido Renzi, proprio un membro del collegio sindacale del Caap (clicca qui).

“Il Cda ritiene che siano venuti a mancare i requisiti di terzietà e indipendenza del collegio” chiosa in ultimo la lettera.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.