SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Comune di San Benedetto, in queste ore, oltre al bando per la piscina comunale, ha emesso anche il primo atto prodromico a emettere un altro bando: quello per la gestione quinquiennale dello stadio Riviera delle Palme.

Anche in questo caso, come per la piscina, la vicenda ha riservato aspre battaglie, stavolta con l’opposizione e in particolare Bruno Gabrielli che, qualche tempo fa, ha dichiarato di aver denunciato a Procura, Corte dei Conti e Fiamme Gialle l’iter amministrativo seguito. “Quel bando doveva essere fatto già nel 2017 e invece da allora ci sono atti di concessione della gestione che io ritengo tutti affidamenti diretti” disse l’ex membro di Forza Italia a maggio.

In ogni caso in queste ore il Comune ha emesso una determinazione e contrattare, un atto che ex lege manifesta la volontà del Comune di San Benedetto, stazione appaltante, di emettere un bando che dovrebbe essere europeo per individuare il soggetto che gestirà lo stadio per 5 anni (prorogabili per altri 5).

A livello economico, la gestione dello stadio prevederà un contributo comunale per il gestore dell’impianto di 50 mila euro all’anno a fronte di un canone annuo da versare al Comune di  20 mila euro a carico del gestore. Il valore totale della concessione per un anno si aggira attorno ai 220 mila euro.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.