ACQUAVIVA PICENA – “Come minoranza non ‘mistifichiamo’ e non ‘usiamo parole in neretto per distogliere l’attenzione’ ma, come abbiamo sempre fatto, cerchiamo di attenerci alla realtà dei fatti”.

Così, in una nota, Acquaviva Futura replica alle dichiarazioni del sindaco Pierpaolo Rosetti sull’Ospedale Unico.

Qui l’articolo

Pierpaolo Rosetti: “L’ospedale nuovo a Monteprandone farà chiudere il Madonna del Soccorso”

L’opposizione aggiunge: “Le nostre critiche si riferiscono a quanto successo un anno fa e che oggi è all’origine di tutto quello che sta accadendo, in particolare alla Conferenza dei Sindaci del 2 agosto 2018 dove il Sindaco Rosetti ha votato a favore dell’ospedale unico a Pagliare: quindi nessuna mistificazione della realtà ma solo fatti. Non siamo noi a dire che l’ospedale si farà a Pagliare per questo motivo, ma il presidente della Regione Luca Ceriscioli venerdì 25 luglio a San Benedetto”.

I membri di Acquaviva Futura dichiarano: “Secondo noi Rosetti doveva, a prescindere, difendere quello che per il nostro paese è un vantaggio. Quando si vota ci si assume delle responsabilità. Il voto di agosto 2018 non è stato altro che l’inizio di un percorso che porterà Acquaviva a non avere più un ospedale vicino, situato a meno di 8 chilometri dal centro del paese, ben collegato con i mezzi pubblici e di strada, visto che la maggior parte degli acquavivani si reca giornalmente a San Benedetto, per un ospedale a Pagliare lontano e difficile da raggiungere”.

La minoranza afferma: “Non siamo noi a mistificare, cosa che non abbiamo mai fatto in questi anni. A conferma di quello che diciamo ricordiamo alcuni episodi:

1)  Siamo stati accusati di mistificazione quando scrivevamo dell’inutilità dell’UNIONE DEI COMUNI PICENI, NESSUNA MISTIFICAZIONE VISTO CHE hanno sciolto l’Unione con le stesse motivazioni che abbiamo detto e scritto noi di Acquaviva Futura per 5 anni;

2) Siamo stati accusati di mistificare la realtà quando, nel 2017, abbiamo detto che il Sindaco non poteva fare il capogruppo di Maggioranza; anche qui NESSUNA MISTIFICAZIONE VISTO CHE IL MINISTERO DELL’INTERNO CI HA DATO RAGIONE, tant’è vero che oggi il Capogruppo di Maggioranza NON è Rosetti ma Franca Vertemati”.

 “Onestamente non crediamo che quando si parla di Sanità e servizi per il cittadino siano critiche superficiali visto che l’argomento sta a cuore a tutti – dichiarano dall’opposizione – Siamo tutti convinti che la politica debba impegnarsi per garantire servizi adeguati, ma questo non dipende dalle “mura” o dal luogo in cui è situato l’ospedale. Comunque ringraziamo il sindaco Rosetti per averci prestato la sua attenzione, cosa che non ha fatto sullo scioglimento dell’Unione dei Comuni: aspettiamo fiduciosi”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.