SOTTOPASSO DA ABBATTERE. Ad un nostro commentatore che si lamentava per lo sporco in zona Ascolani e la poca sicurezza del lungomare sud mi è venuto spontaneo approvare le sue considerazioni e oggi ribadirlo con un mio DisAppunto.

Per quel che riguarda lo sporco, la pulizia delle strade è sì giornaliera ma anche abbastanza superficiale. Specialmente d’estate si dovrebbe fare attenzione anche ai dettagli. Almeno una volta alla settimana sarebbe giusto intervenire negli angoli dei marciapiedi dove le cartacce, la polvere e sporcizie varie restano per lunghi periodi. Per dirla tutta, è anche un problema sanitario.

Ne ho approfittato per puntare il dito sul sottopasso che da via Dante Alighieri introduce al lungomare e viceversa.

Lo abbiamo fotografato da est e da ovest a conferma che è uno dei siti più brutti d’Italia e forse del mondo. Non va trascurato che in quella zona da nord verso sud troviamo gli scandalosi resti dell’ex stadio sambenedettese “F.lli Ballarin”.

Il sottopasso ferroviario di zona Ascolani serve potenzialmente diecimila persone… d’inverno. Può essere attraversato dai pedoni o con mezzi vari. Particolare importante perché non è soltanto bruttissimo ma è anche molto pericoloso per motivi vari e diversi tra loro.

Altezza verso est minima: vedasi incidenti capitati per questo motivo. Spesso per disattenzione degli autisti ma la cosa non può essere ritenuta una giustificazione perché il potenziale pericolo esiste e non va sottovalutato.

Verso ovest pendenza troppo alta per la distanza che ha: provate a farci passare un bambino che ha imparato da poco ad andare in bicicletta, rischia di essere travolto o di doversi fermare a mezza salita. Cosa che succede ogni tanto anche ai grandi.

La carreggiata pedonale verso est/ovest non permette il passaggio di una carrozzina se non costringendo a tornare indietro chi procede in senso opposto. Ci sarebbe altro ma mi fermo qui.

Mi dicono che costerebbe molto metterlo a norma. Può essere ma qualsiasi spesa sarebbe giustificabilissima dai motivi sopra esposti. O no?

Consideriamo anche che è la via d’ingresso e di uscita dal mare per cui i problemi si moltiplicano a luglio e agosto. Insomma che la zona Ascolani di Grottammare sia trascurata (Enrico Piergallini ha tanti altri meriti, anche grandi) è un dato di fatto.
Ribadisco anche che, se uno sgorbio simile (il sottopasso di cui sopra) si trovava al di là del Tesino sarebbe già stato sistemato. I tantissimi sambenedettesi che da anni vivono nella zona sono ormai ‘grottammarizzati’ e vorrebbero dire al vecchio comune di residenza che a Grottammare si vive meglio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.