Nuovo ospedale subito. Caro Luca Ceriscioli, circa un anno fa, quando a Grottammare annunciò che il nuovo e unico ospedale di primo livello sarebbe nato a Pagliare di Spinetoli, applaudii una decisione che il nostro territorio aspettava da anni.

Anzi, a dir la verità, ne avevo perso le speranze e, spesso e volentieri prima di quell’annuncio, mi era capitato di criticarla aspramente perché tutte le migliorie di immagine e nulla più del “Madonna del Soccorso” erano per me finalizzate al consolidamento, iniziato diversi anni prima, dell’ascolano “Mazzoni”.

Nosocomio della Provincia dove, dalla fine degli anni novanta noi cittadini della Riviera ci siamo recati sempre più spesso per le nostre necessità sanitarie. Prima di quegli anni, lei lo sa, i due ospedali erano paritetici e, seppur non eccelsi, erano punti di riferimento rispettivamente per est e ovest del Piceno.

Motivo per cui, un nuovo ospedale di livello superiore (meglio due che uno ma pare che sia  impossibile), non poteva che sorgere al centro dei due territori. Io l’ho sempre ritenuto un miraggio perché il dislivello tra l’ospedale di Ascoli e quello di San Benedetto stava diventando, è diventato, sempre più grande.

Pensar male non è peccato, lo è ancora meno adesso quando si è saputo che l’intenzione della Regione era proprio quella di far diventare il “Mazzoni” ospedale di primo livello e unico per tutto il Piceno.

Felice di essermi ‘sbagliato’, quando annunciò  Pagliare mi complimentai per la decisione, le dissi anche che, se le sue non erano promesse di marinaio (si era nelle vicinanze di qualche tornata elettorale) i lavori devono iniziare prima possibile.

Mi rispose in un’intervista video che, già nei primi mesi del 2019  si sarebbe posta la prima pietra o qualcosa di simile. Siamo a fine luglio e io non vedo ancora nulla.

La Regione Marche (e lei in primis) ci sta per caso prendendo in giro?

AGGIORNAMENTO

È appena arrivata in redazione una lunga nota del gruppo sanità del Pd che a breve verrà pubblicata. Mi piace riportare intanto l’ultimo paragrafo che è il sunto di quanto io dico da mesi, anzi da anni:

Quindi bene discutere ma attenti a non farlo per prendere tempo perché rinviare non fa altro che favorire il mantenimento dell’ospedale di Ascoli come quello di riferimento e quindi futuro ospedale di eccellenza


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.