SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Era il 12 maggio quando circa 650 persone si sono riunite, sotto la pioggia, per “Corri con Martina”, la maratonina organizzata dal Lions Club, in onore anche di Domenico Mozzoni, primo medico a parlare di prevenzione oncologica a San Benedetto.

La manifestazione è patrocinata dal comune di San Benedetto con la collaborazione dell’Asd Running Team d’lu Mont, presieduta da Eugenio Novelli

Il ricavato, di 6 mila euro, è stato devoluto interamente all’associazione Ail di San Benedetto e verranno utilizzati per contribuire all’acquisto dello strumento “Ion Chef” per il reparto di Ematologia dell’ospedale di Ascoli Piceno, diretta dal dottor Piero Galieni.

Insieme al primario dell’unità di ematologia di Ascoli, testimonial dell’evento sono stati: la ginecologia Diana Giobbi, il primario del pronto soccorso dell’ospedale di San Benedetto Giuseppina Petrelli, l’attore Enzo Iachetti, la campionessa di pattinaggio Valentina Marchei, il giornalista Sky Maurizio Compagnoni, Manrico Urbani, il comico Andrea Maurizi, Domenico Piunti, Gian Marco Scacchia, Vinicio Ruggieri, il maratoneta Giovanni Ruggiero, Ugo Vitelli.

Tra i runner, presenti il campione italiano Denis Curzi, la campionessa europea Marcella Mancini, l’olimpionico Marco Marchei (già direttore di Correre e di Runner’s World Italia) e Roberto Silvestri.

La cerimonia di consegna del ricavato di “Corri con Martina” all’Ail è avvenuta stamane, presso la sala consiliare del comune di San Benedetto.

Interviene Emanuela Carboni, assessore alle politiche sociali: “Si tratta di una delle manifestazioni più importanti e lo dimostra il fatto che, nonostante la pioggia, sia stata molto partecipata. Per la nostra amministrazione la sanità è una prerogativa, tanto che è stata istituita la commissione sanità dal sindaco”.

A prendere la parola poi è Fabio Urbinati, consigliere regionale: “Questa manifestazione sta crescendo di anno in anno e il fine è molto nobile. Negli anni potrà diventare un grandissimo punto di riferimento per sensibilizzare l’opinione pubblica. La regione ha anche formalizzato il contributo economico che arriverà all’associazione. C’è un grande dibattito sulla sanità in città, istituzioni e istituzioni si incontreranno la prossima settimana faccia a faccia, documenti alla mano, per vedere il futuro del territorio in tema di sanità per i prossimi 70 anni”.

Alla realizzazione di “Corri con Martina” hanno contribuito tantissimi volontari, come i medici Piero Galieni, Carmine Guercioni, Diana Giobbi, Giorgio De Signoribus, Meri Moretti, Giovanni Corradetti e Giuseppina Petrelli.

Il buffet di fine gara è stato curato dall’Istituto Alberghiero, grazie al professor Vincenzo Guardato.

Hanno contribuito, inoltre, diverse associazioni di volontariato: Associazione Carabinieri, Cento Soccorso di Centobuchi, Misericordia di Grottammare, Aido sezione provinciale, Avis di San Benedetto e Cupra, A.s.d. Atletica Avis, Utes, Bianco Airone, Unione Rugby San Benedetto, Cavalluccio Marino, Scaut e Noi Samb.

Decathlon e Riviera Oggi, in qualità di main sponsor, hanno offerto 800 t-shirt tecniche da collezione della manifestazione e 800 borse gara.

Dionisi Sport e Il Campione Sport sono stati gli sponsor tecnici.

Altri sponsor: Uisp, Tonic, Atf, Samica, Hotel Relax, Fast Edit, La grafica Paola Armandi, Fondazione Libero Bizzarri, Pfeifer, Papillon, Emil Car, Telecomputer, GF Infortunistica e Cantine Velenosi, rappresentata da Ercole Velenosi che ha espresso la sua volontà di dare sempre il massimo per la riuscita dell’evento.

I ringraziamenti per chi ha collaborato alla riuscita della maratona è Francesco Chincoli, presidente della Lions Club di San Benedetto: “Senza l’aiuto di tutti non si possono fare grandi cose e “Corri con Martina” è una grande cosa. La nuova edizione è già in programma”. Il grazie va a tutti i testimonial dell’evento, all’associazione Du Monde, alla famiglia Mozzoni, a comune e regione, ai volontari e agli sponsor.

Romano Costantini, coordinatore del Lions Club di San Benedetto, si è aggiunto ai ringraziamenti.

Eugenio Novelli, presidente del Running Team d’lu Mont ha spiegato il futuro dell’evento: “Corri con Martina è una gara agonistica per garantire la grande partecipazione alla gara. Il prossimo anno la corsa tornerà, ma stavolta si svolgerà il 19 aprile in concomitanza con la “Festa dell’amicizia”, per arrivare ai non agonisti, alle famiglie”.

Maria Pia Silla, ideatrice della manifestazione aggiunge: “Domenico Mozzoni voleva che il progetto “Martina” venisse reso noto alla città e abbiamo voluto realizzare questa sua idea con “Corri con Martina”, che rappresenta un’unione tra tutti i club della zona. Speriamo di arrivare a cifre significative perché si capisca l’importanza di fare ricerca”.

Vincenzo Bernardini, a nome della famiglia Bernardini- Mozzoni ringrazia i mezzi di stampa per dare spazio alla pubblicizzazione dell’evento. Ida Polidori, responsabile comunicazione esterne e volontaria dell’Ail, aggiunge: “Siamo orgogliosi di poter sostenere economicamente medici e biologi che si dedicano alla ricerca”.

Le conclusioni e i ringraziamenti arrivano da Piero Galieni.

 

 

 

 

 

 

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.