RIPATRANSONE – Ripatransone tornerà finalmente a riappropriarsi della Pinacoteca Civica.

Il Comune ha infatti ottenuto in data 24 luglio dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della Regione Marche l’approvazione del progetto per la messa in sicurezza del Palazzo Bonomi-Gera, chiuso a seguito dei danni provocati alla struttura dagli eventi meteorologici del 2012 e dal sisma del 2016.

Il complesso iter seguito dall’ente aveva inizialmente portato alla sottoscrizione di un accordo tra Regione Marche e Comune di Ripatransone in data 19 dicembre 2016 per la realizzazione di un primo intervento di sistemazione della struttura portante del tetto e la sistemazione del manto di copertura; tali lavori avrebbero consentito di ottenere l’agibilità dell’edificio compromessa dopo l’emergenza neve del 2012.

Gli eventi sismici del 2016 hanno aggravato ulteriormente le condizioni strutturali del Palazzo rendendo necessaria una rimodulazione del progetto già approvato al fine di individuare gli interventi integrativi necessari alla riabilitazione del Museo. Nello specifico, era stato rilevato lo spanciamento della facciata frontale sul corso Vittorio Emanuele nonché il rigonfiamento di alcuni muri di spina, con il rischio di caduta di parti di cornice marcapiano e cornicione, architravi, cornici in pietra.

L’intervento onnicomprensivo prevede una spesa complessiva di 530 mila euro cifra composta da tre singole componenti di finanziamento: 220 mila da Regione Marche per la prima tranche degli interventi relativi agli eventi nevosi del 2012, 35 mila euro da risorse proprie del Comune di Ripatransone, 275 mila da Regione Marche come contributo integrativo per i danni post-sisma.

“Siamo estremamente felici per questo straordinario risultato messo a segno dalla nostra Amministrazione Comunale”, commenta il Sindaco Alessandro Lucciarini De Vincenzi. “L’iter per la sistemazione del Palazzo Bonomi-Gera è stato estremamente articolato a causa della singolarità della situazione che lo caratterizzava. Due eventi naturali di portata straordinaria hanno comportato il danneggiamento della struttura e la conseguente ovvia necessità di intervenire con una progettazione meticolosa e attenta vista la natura strutturale e architettonica del luogo”.

Il progetto è stato redatto dall’Architetto Tiziana Maffei e preso in esame dall’Ufficio Speciale per la Ricostruzione nelle persone del Direttore, Ingegner Cesare Spuri, del Dirigente d’Area Ascoli-Fermo, Ingegner Andrea Crocioni, e del Responsabile dell’Ufficio di Caccamo di Serrapetrona (MC), Marco Riccioni. Il procedimento è stato coordinato dal Geometra Sandro Perozzi dell’Area Lavori Pubblici del Comune di Ripatransone. Le procedure di gara verranno avviate a valle del periodo estivo.

“Un doveroso ringraziamento alla Regione Marche, a Spuri, Crocioni e Riccioni. È un grande giorno per la nostra città perché torna a fregiarsi di un bene su cui poggia la sua identità storico-culturale. La riconsegna a Ripatransone del Palazzo Bonomi-Gera tornerà ad incrementare l’offerta turistico-culturale del territorio, siamo quindi orgogliosi di esserci resi interpreti di un’esigenza a cui abbiamo dato seguito con un intervento tangibile a sostegno dell’economia e della cultura della Città e del Piceno”, conclude il Sindaco Lucciarini De Vincenzi.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.