MARTINSICURO – Ferito da una coltellata inferta da una forbice, 36enne trasferito al Mazzini di Teramo.

E’ un episodio ancora tutto da chiarire quello avvenuto nel tardo pomeriggio del 25 luglio all’interno di un appartamento di Villa Rosa di Martinsicuro dove sarebbe scoppiata una furibonda lite tra un transessuale e un 36enne macedone con quest’ultimo che, al culmine del diverbio, è stato raggiunto da un violento fendente all’altezza del petto.

La forbice usata dal transessuale a mo di coltello gli ha perforato un polmone. Provvidenziale il tempestivo intervento dei sanitari della Croce Verde che hanno prestato sul posto le prime cure e che hanno poi deciso di trasferire il 35enne all’ospedale Mazzini di Teramo dove si trova ora ricoverato in gravi condizioni. Da quanto si è appreso non sarebbe in pericolo di vita ed è stato subito operato dal personale medico.

Si è dato invece subito alla fuga il transessuale che risulta ora ricercato. Sul posto si sono portati immediatamente gli uomini della Volante Mare che hanno dato il via alle ricerche del fuggitivo. I poliziotti hanno avviato subito le indagini del caso, ascoltando alcuni testimoni: a loro spetterà ora il compito di ricostruire con esattezza il grave fatto di sangue e cosa abbia scatenato la violenta lite tra i due.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.