di Antonio Di Salvatore

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tornano le mini olimpiadi che da 32 anni animano il quartiere Ragnola, un evento ormai classico delle estati sambenedettesi. Si è svolta questa mattina presso il Comune di San Benedetto Del Tronto la conferenza per la presentazione della 32esima edizione della Ragnoliade, la kermesse ludico sportiva tra le più longeve della città.

Nata negli anni ‘80 in seno alla Parrocchia Sacra Famiglia di Ragnola, è ormai un appuntamento sportivo e sociale annuale. “Quest’anno sarà l’edizione con più iscritti – ha dichiarato Nicola Mozzoni, presidente dell’ASD Amici della Ragnoliade – con ben 260 bambini che si cimenteranno in varie discipline sportive, ciò rappresenta il coronamento del gran lavoro fatto dagli organizzatori e dal Comune. L’evento nasceva per togliere i bambini dalla strada, ora invece l’obiettivo è di coinvolgerli e far conoscere loro lo sport con i suoi valori, distraendoli dalle tecnologie”.

La parola è poi passata al Sindaco Pasqualino Piunti: “La crescita nel corso degli anni è stata esponenziale, Ragnola rappresenta un territorio “cerniera” che lega San Benedetto e Porto D’Ascoli. Un enorme ringraziamento va al compianto Domenico Mozzoni e a tutti gli organizzatori che hanno portato avanti la manifestazione, coinvolgendo sempre più ragazzi”. “Il fatto che l’evento sia giunto alla trentaduesima edizione, la dice lunga sulla qualità e sull’efficienza dell’equipe – ha proseguito l’Assessore Pierluigi Tassotti – Questo evento non è solo sport, ma rappresenta soprattutto un importante momento di crescita per i più giovani”.

Il presidente Nicola Mozzoni ha poi precisato come sarà articolata la manifestazione: “L’inaugurazione è fissata il 21 luglio alle 21 presso il campo d’atletica. Nei giorni seguenti prenderanno il via le attività sportive, come la Spider Race, a cui i bambini potranno partecipare. Il tema di quest’anno sarà la Famiglia e daremo risalto ad essa con un torneo di bocce, in collaborazione con l’A.S.D. Bocciofila Sambenedettese, in cui il bambino giocherà insieme ad un genitore o nonno. Anche gli adulti possono prendere parte a tornei di calcio o pallavolo. In conclusione ringrazio lo sponsor AVIS che sostiene l’evento”. “I piccoli atleti sono così numerosi che la Polisportiva Ragnola ci ha offerto il campo affinché ci fosse spazio per tutte le gare” – ha annunciato Erika Corradetti la quale ha ricordato che negli ultimi tre giorni della manifestazione non mancheranno gli stand gastronomici, i pupazzi per i bimbi e la musica con un omaggio a Lucio Dalla.

Sarà dunque un appuntamento all’insegna della sportività, della solidarietà e della sana competizione quello che aspetta i bambini nati tra il 2005 e il 2013, con la fiamma olimpica che il 21 luglio illuminerà le strade di Ragnola.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.