SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Controlli delle Fiamme Gialle sul territorio, in questi giorni, intensificati a causa del grande afflusso di gente in Riviera, e non solo, per la stagione estiva.

E’ andata male ad un pusher tunisino di 24 anni residente a Martinsicuro, tratto in arresto nei pressi della stazione ferroviaria di San Benedetto del Tronto ed associato al carcere di Marino del Tronto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

I militari della locale Compagnia, con l’ausilio delle unità cinofile, prima ancora di intraprendere le attività antidroga incentrate verso i passeggeri in arrivo e in partenza, in una via adiacente alla stessa stazione, hanno notato due soggetti scambiarsi qualcosa in maniera circospetta e repentina, assistendo, poi, ad uno scambio di denaro.

L’inconfutabilità dello scenario ha condotto le Fiamme Gialle a intervenire immediatamente, fermando i due uomini, trovati in flagranza dello spaccio di due dosi di eroina cedute dal tunisino con un contestuale passaggio di 20 euro in contanti: la perquisizione effettuata sul posto ha consentito di rinvenire dal tunisino (nei confronti del quale è stata effettuata anche una perquisizione presso il domicilio di Martinsicuro), ulteriori 1,3 grammi di marijuana, un’altra dose di eroina e altri 120 euro in contanti, tutti in taglio da 20.

La persona che, invece, aveva appena acquistato l’eroina (un cinquantunenne di Grottammare) dopo un maldestro tentativo di fuga in bicicletta, è stato fermato e segnalato alla Prefettura quale consumatore abituale detenendo le 2 bustine di eroina appena acquistate. 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.