PORTO SAN GIORGIO – Blitz contro l’abusivismo sui litorali e la liberazione delle battigie libere.

Nella serata di ieri, 15 luglio, i militari dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio, congiuntamente agli agenti della Polizia Municipale, hanno posto sotto sequestro a  carico di ignoti, in un tratto di spiaggia libera a nord del Comune di Porto Sant’Elpidio, numerose attrezzature balneari.

L’operazione si è resa necessaria al fine di restituire la libera fruizione della spiaggia durante le ore diurne ai cittadini. La norma infatti vieta di lasciare materiale sul litorale al fine di occupare lo spazio per il giorno successivo.

Dopo un’azione preventiva effettuata nella giornata di venerdì infatti, mediante l’apposizione di cartelli che invitavano a liberare il tratto di spiaggia libera occupato abusivamente, si è  passato ai fatti con il sequestro di 40 tubi, 25 ombrelloni, 15 lettini, e 24 tra sedie e sdraio restituendo alla pubblica utenza un tratto di spiaggia libera di circa 3 mila metri quadrati.

Tale attività si affianca a quanto già è stato avviato, anche in maniera congiunta con le Amministrazioni Comunali, al fine di reprimere gli illeciti che non permettono la libera fruizione  delle spiagge libere e di vigilare sul corretto utilizzo del demanio marittimo, tra gli obiettivi  primari dell’Operazione Mare Sicuro iniziata il primo giugno su tutto il territorio nazionale.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.