SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È entrata nel vivo la stagione estiva 2019 ed anche quest’anno l’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto ha inteso sostenere l’accessibilità ai Centri Ricreativi Estivi attraverso due interventi: da un lato la concessione di contributi economici alle famiglie residenti appartenenti alle fasce più deboli volto all’abbattimento della retta settimanale per un massimo di cinque settimane, dall’altro il sostegno all’integrazione dei minori diversamente abili attraverso il riconoscimento di ore di assistenza prestate da operatori specializzati e formati, forniti dalla cooperativa gestrice del servizio di assistenza domiciliare e scolastica per disabili.

Sono 5 le cooperative accreditate che organizzano 11 Centri estivi che accoglieranno, anche grazie al contributo comunale, ben 170 minori residenti, un numero superiore a quello registrato negli anni passati.

“L’Amministrazione cerca di supportare le famiglie sambenedettesi nel periodo estivo, quando per chi lavora si pone pressante il problema di trovare una collocazione adeguata ai figli – spiega l’assessore alle Politiche Sociali Emanuela Carboni – i Centri Estivi offrono loro una soluzione sicura dove i ragazzi possano crescere divertendosi. Le maggiori richieste pervenute quest’anno hanno richiesto uno sforzo economico ulteriore rispetto allo stanziamento iniziale. Purtuttavia, anche quest’anno riusciremo ad ammettere a contributo tutti i richiedenti che hanno i requisiti, compresi tre minori provenienti dalle zone terremotate e domiciliati nel territorio comunale. L’investimento complessivo è di circa 40.000 euro ai quali vanno aggiunti gli oltre 30.000 euro destinati all’integrazione e al supporto di minori diversamente abili di cui la metà è messa a disposizione dell’Ambito Territoriale Sociale n.21”.

Gli elenchi dei soggetti ammessi al contributo sono consultabili nella sezione “Altri bandi e avvisi pubblici/ avvisi scaduti” del sito www.comunesbt.it.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.