TERAMO – Importante operazione delle Fiamme Gialle nel vicino Abruzzo.

Il Comando Provinciale di Teramo ha denunciato due persone: un dirigente medico dell’ospedale Mazzini ed il titolare di una società regionale che gestisce un portale di prenotazioni mediche on line. Dovranno rispondere di reato di abuso d’ufficio, truffa aggravata e falsità ideologica.

Cinquantacinque persone sarebbero rimaste vittima dal 2015 al 2017 del loro “modus operandi”: visite mediche più care del previsto.

“Il medico, seppur autorizzato dall’Asl ad operare proprio in regime di intramoenia – fanno sapere dal Comando – era iscritto al portale Web tramite il quale sarebbero state veicolate anche le prenotazioni delle prestazioni sanitarie, visite o esami specialistici di gastroscopia e colonscopia, poi eseguite presso il Mazzini”.

“Le visite e gli esami però – affermano i finanzieri – sarebbero state eseguite ad un prezzo molto più oneroso rispetto a quello stabilito dall’azienda sanitaria e senza passare dal Cup”.

L’attività di indagine ha comportato anche sequestri di documenti e delle perquisizioni.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.