Di Antonio Di Salvatore

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si è svolta martedì 9 luglio presso l’aula consiliare del comune di San Benedetto Del Tronto, la conferenza di Coldiretti per presentare il progetto “Campagna amica on the beach”, che giunge quest’anno alla terza edizione. Saranno più di 50 le aziende agricole presenti con gli stand in Piazza Giorgini, di cui la metà proveniente dalla regione Marche, che parteciperanno con lo scopo di offrire a cittadini e turisti, i migliori prodotti a km zero.

“Una tappa fissa della città – ha esordito l’Assessore Filippo Olivieri dopo aver riportato i saluti del Sindaco – che ci inorgoglisce, poiché rimane negli anni e va oltre l’aspetto economico. Sono fiero dell’ottimo rapporto che si è instaurato tra Coldiretti e i cittadini”. Ha proseguito poi Armando Marconi, presidente Coldiretti Ascoli-Fermo, “Siamo pienamente soddisfatti della location di San Benedetto che ospita un evento oltre che commerciale, di cultura, dato che Coldiretti si sta avvicinando sempre più al settore alimentare. Ringrazio il presidente della Camera di Commercio e tutte le aziende che partecipano all’evento”.

Daniela Diomedi responsabile mercati Campagna Amica, ha illustrato come sarà articolata la manifestazione: “Il progetto prevede 50/53 aziende agricole di cui la metà proviene dalle Marche, le altre da tutta Italia. I prodotti si differenziano ogni anno poiché l’evoluzione va di pari passo con l’agricoltura. Ci si riunirà alle 17 presso Piazza Giorgini, che sarà il nostro quartier generale dove potrete chiedere tutte le informazioni. Qui la Corale Polifonica Cento Torri, intonerà l’inno d’Italia dopo il quale è previsto il taglio del nastro. Siamo riusciti inoltre a portare a San Benedetto la finale regionale del trofeo Oscar Green, dedicato alle start up dei giovani in campo agricolo. Quest’anno la manifestazione sarà legata di più all’ecologia, con il premio Nobel per l’ambiente Rossano Ercolini, e al sociale, con progetti per ragazzi affetti dalla sindrome di Down che trovano nell’agricoltura un’espressione importante”.

Interviene infine Alessandro Visotti, direttore della Coldiretti Ascoli-Fermo precisando: “Noi non facciamo mercatini. Coldiretti porta le eccellenze del territorio a km 0 e le mette a disposizione dei turisti”. Ha ringraziato l’Amministrazione Comunale spiegando che lo spirito di Coldiretti converge con quello della comunità Sambenedettese. In conclusione Visotti ha ricordato: “Dall’ ottobre 2018 è iniziata la petizione a livello europeo dove i cittadini chiedono chiarezza sulla provenienza dei prodotti, servono un milione di firme e siamo soddisfatti poiché ad oggi ne abbiamo raccolte trentamila.”


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.