SAN BENEDETTO DEL TRONTO –  Gas Plus, l’azienda francese interessata a realizzare l’impianto di Stoccaggio Gas all’Agraria non molla e chiede la proroga alla validità della Via in scadenza il 26 giugno.

A riportarlo è l’associazione “Ambiente e Salute nel Piceno” che rivela: “A seguito di un accesso agli atti, che abbiamo effettuato Mercoledì 26 Giugno presso i Ministero dell’Ambiente e dello sviluppo Economico, è emerso che Gas Plus, in data 8 Febbraio, ha inviato al Ministero dell’Ambiente e al Ministero dei Beni e delle attività Culturali, una istanza di proroga per quanto riguarda la durata della validità della procedura di Via , scaduta lo scorso 19 Giugno”.

Il documento è stato Protocollato dal Ministero in data 11 Febbraio 2019 ed è in fase di valutazione da quello che scrivono gli ambientalisti sambenedettesi che però sono fiduciosi per via della recente sentenza del Tar del Lazio: “Nulla comunque è compromesso. La sentenza del Tar ci pone nuove carte per porre fine alla questione”. E ancora: “La battaglia si vince a San Benedetto, e si vince se agiamo tutti uniti: è opportuno quindi che il Consiglio Comunale torni ad esprimersi nuovamente per chiedere ai suddetti Ministeri, sulla base dei nuovi elementi emersi e messi in evidenza dalla sentenza del TAR del Lazio, il rigetto del progetto”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.