SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il Circolo G. Ianni ed il Circolo “Primo Gregori” si stringono attorno al Segretario Claudio Benigni ed al vicesegretario Piergiorgio Giorgi per il fatto increscioso della querela che li ha coinvolti.

Il legittimo diritto di inalberarsi per una querela che non aveva ragion d’essere e preannunciata sulla stampa, nei confronti della consigliera Morganti per una semplice interrogazione che riguardava un possibile caso di inquinamento che tanto aveva preoccupato la cittadinanza, è a tutti gli effetti un attacco all’articolo 21 della nostra Costituzione, che garantisce, tra gli altri, la libertà di espressione di ogni singolo cittadino.

Dovranno difendersi in un processo penale, solo per aver preso le difese della nostra Consigliera Maria Rita Morganti.

Una storia che rende il dibattito politico di questa città meno democratico e libero. Noi siamo per un confronto anche dai toni forti ma sempre leale sui temi che riguardano le problematiche della città, un confronto fatto di idee, domande e proposte e non di denuncie. Auspichiamo quindi che si torni a questo modo di confrontarsi e che si arrivi ad un pronto ritiro delle querele.

Per il Circolo G.Ianni il Segretario Giobbi Roberto

Per il Circolo P. Gregori il Vice Segratario Silvano Evangelisti


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.