SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Prima polemica, prima interrogazione al sindaco Piunti dopo l’uscita, burrascosa, dalla maggioranza. La scrive Valerio Pignotti che interroga il sindaco sul regime “ad interim” del dirigente dei lavori pubblici, carica ricoperta con decreto del sindaco stesso da Catia Talamonti dopo la morte di Farnush Davarpanah. “Perché non si attinge alla graduatoria” chiede Pignotti. E ancora: “Perché non è stato ancora individuato il nuovo dirigente di ruolo dopo 4 mesi?”.

 

Qui di seguito il testo dell’interrogazione:

“Con Delibera di Giunta n. 57/2019 avente ad oggetto “piano triennale fabbisogno del personale 2018/2020. Integrazione alla D.G.M. n. 151/2018. Approvazione aggiornamento ‘quadro assegnazione delle dotazioni organiche’ dell’ente nel rispetto del vincolo della neutralità finanziaria dello stesso di cui al novellato art. 6 del d. Lgs. N. 165/2001 e ss.mm.ii.” si è stabilita la dotazione organica di sette Aree Dirigenziali;
Preso atto che:

 nel mese di febbraio 2019, è venuto a mancare il Dirigente del Settore
denominato “Lavori Pubblici, Manutenzione ed Ambiente”, Arch. Farnush
Davarpanah;

 da tale evento luttuoso, del tutto improvviso ed inaspettato, è scaturita la
vacanza della relativa posizione dirigenziale nel ruoli della Dirigenza dell’Ente;

 delle attuali 7 posizioni relative alla dotazione organica della Dirigenza dell’Ente,
n. 2 risultano pertanto vacanti (una delle quali, quella relativa al Settore
“Gestione del territorio ed attività produttive”, risulta ricoperta attualmente da
dirigente a contratto);

Considerato che

 a tutt’oggi la dirigenza del Servizio Lavori Pubblici, Manutenzione ed Ambiente
risulta vacante ed assegnata ad interim con Decreto Sindacale n. 3/2019 alla
Dott.ssa Catia Talamonti, già Dirigente di ruolo del Servizio Politiche Sociali,
Welfare del cittadino e sviluppo strategico di questo Comune;

Richiamato

 il parere n. 33/2013 della Sezione Regionale di controllo della Corte dei Conti
della Sardegna (valido per le Amministrazioni statali ma esteso anche agli enti
locali), in cui si sottolinea l’assoluto carattere di straordinarietà relativo all’attribuzione degli incarichi ad interim, volti a fronteggiare “ipotesi eccezionali
di vacanza del posto in organico”;

Considerato altresì

 Che sono già trascorsi oltre quattro mesi dal conferimento dell’incarico ad
interim e in tale lasso temporale non sono state avviate procedure volte
all’individuazione di un nuovo Dirigente incaricato;

 Che ai sensi dell’art. 1 comma 362 Legge di Bilancio è attualmente in vigore la
graduatoria approvata con Determina Dirigenziale n. 813/2013 con oggetto
“concorso pubblico per esami per n. 1 dirigente settore progettazione e
manutenzione opere pubbliche approvazione atti e verbali, graduatoria finale di
merito e nomina vincitore” nella quale risultano ancora 4 idonei;

Ritenuto

 Non più procrastinabile l’avvio delle procedure per l’individuazione del nuovo
Dirigente del Servizio Lavori Pubblici, Manutenzione ed Ambiente in quanto
settore strategico e di prioritaria importanza così come definito dalle linee
programmatiche dell’Amministrazione comunale,

 

INTERROGA
Il Sindaco e l’assessore competente, per sapere:

1) Per quale motivo ad oggi non sono ancora esperite le procedure consentite dalla Legge al fine dell’individuazione e conferimento del nuovo Dirigente del Servizio Lavori Pubblici, Manutenzione ed Ambiente,

2) Quali sono i motivi ostativi che non consentono di attingere alla sopracitata graduatoria di concorso di detto posto vacante, e di eventuali procedimenti che si intendono attivare”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.