SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cinque giorni dedicati alle birre artigianali di qualità. Giunto alla sesta edizione, torna a San Benedetto l’HØppy Days il festival della birra che, dal 3 al 7 luglio, animerà l’area dell’ex Galoppatoio, via dei Tigli 1, a partire dalle ore 17.

Ad organizzare l’evento è l’associazione Birramici, composta da Francesco Vallese, Carlo Tavoletti, Paolo Liberati, Serena Bellavia e Nazzareno Pomili, i quali hanno presentato l’evento stamane al comune di San Benedetto.

Oltre 200 sono i tipi di birre da poter gustare, la maggior parte delle quali sono italiane. Altre, invece, provengono dal Belgio, dalla Germania, dall’America e dalla Scozia, con il suo birrificio Brewdog che è partner dell’evento. Inoltre, saranno presenti anche le spine di gluten free e i sidri.

Gli stand gastronomici scelti per il perfetto match con il sapore della birra sono Pan de Coca, con i suoi panini di carne, Sbizzurà con panini e piatti di pesce e uno specializzato nella cottura degli autentici arrosticini abruzzesi, cucinati girati a mano. Saranno presenti anche alternative vegetariane.

All’interno dell’area saranno presenti i gonfiabili per bambini, con un servizio gratuito di baby-sitting, e una sala giochi vintage. “Insomma, si tratta di una festa family-friendly” spiegano gli organizzatori.

Novità assoluta di quest’anno sarà la musica dal vivo che, insieme alla birra, farà da padrona alle cinque serate a partire dalle 22.30: mercoledì 3 luglio animerà la serata la band sambenedettese Ydy; giovedì 4 luglio gli Psycho Killers band rock; venerdì 5 luglio si esibiranno i Rock Anthology, la band locale di rock classico; sabato 6 luglio i protagonisti saranno i New Colour, una band funky bolognese di 7 elementi. Nell’ultima serata, domenica 7 luglio, suonerà una band di pop rock anni ’90, gli Yakamoz.

A seguire, tutte le sere ci si potrà scatenare a ritmo della musica di un Dj set.

Come sempre, sarà possibile consumare la birra (metà bicchiere o intero) previo acquisto dei gettoni alla cassa.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.