MONTEPRANDONE – Nell’estate 2019 non avrà luogo una kermesse che solitamente si svolgeva nell’entroterra per ben tre giorni di fila.

Parliamo di Cose Pop a Centobuchi di Monteprandone. Il Festival quest’anno non si terrà. A confermarlo, intercettati a fine conferenza stampa di Piceno d’Autore, il neo sindaco Sergio Loggi e il presidente del Consiglio Comunale Roberta Iozzi con delega alla cultura: “Anche a causa delle recentissime elezioni non è stata possibile una programmazione definita come avvenuto negli anni precedenti”.

Al posto del Festival, quest’anno, ci sarà un concerto di un artista nazionale (il nome non è stato rivelato) che si terrà a fine luglio: “La data dovrebbe essere una tra il 24 e 25 ma è ancora tutto in via di definizione. Presto riveleremo tutto, compreso il nome del cantante” affermano i due.

Ma la vera novità è per il 2020. Loggi e Iozzi dichiarano: “Stiamo lavorando per realizzare un progetto itinerante musicale e artistico. Una rassegna che si svolgerà nei luoghi simbolo di Centobuchi e Monteprandone per coinvolgere interamente il territorio. La nostra idea è di ripartire dalle origini. Dare visibilità a band e artisti emergenti in più posti, come era in principio lo stesso Cose Pop ma anche ‘Jazz e non solo’. Saranno eventi gratuiti. Progetto in lavorazione ma siamo motivati a realizzarlo per la prossima estate”.

Cose Pop, quindi, si ferma dopo nove edizioni di attività e concerti. Molti gli artisti protagonisti, emergenti e noti, in piazza dell’Unità, e non solo, dal 2010 ad oggi. E’ stato bello, molto bello.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.