GIULIANOVA – Sono ancora ore di apprensione, e timore, nel Teramano per la sorte di un giovanissimo.

Proseguono anche oggi, 25 giugno, nel mare di Giulianova le ricerche di un 14enne che il 24, insieme a un coetaneo, si è allontanato in acqua su un materassino. Mentre l’amico è riuscito a tornare a riva, nonostante il mare forza 3, di lui si sono perse le tracce nel pomeriggio.

Un elicottero della Guardia Costiera ha perlustrato la zona fino a sera. Impegnate nelle ricerche durante la notte motovedette della Capitaneria di Porto, insieme a Guardia di Finanza, Vigili del fuoco, personale dei soccorsi speciali Smts-Opsa della Croce Rossa, con moto d’acqua e gommoni. In azione i sommozzatori dei Vigili del Fuoco arrivati da Ancona e Roseto degli Abruzzi. Le operazioni sono coordinate dalla Direzione Marittima di Pescara. Probabilmente l’elicottero, vento permettendo, si alzerà in volo nuovamente per la perlustrazione.

La Guardia Costiera di Giulianova ha avviato indagini per verificare quando sia stato dato l’allarme (l’amico tornato a riva non sarebbe stato inizialmente creduto) e perché i ragazzi si siano avventurati in mare, con il materassino, nonostante le condizioni proibitive.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.