SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cura e manutenzione dei giardini pubblici. Queste le attività che saranno svolte dai detenuti delle carceri nell’ambito del progetto “Ricominciamo dal verde” a cura dall’associazione Il Germoglio Onlus e del Comune di San Benedetto.

Lo scopo dell’iniziativa è la rieducazione e risocializzazione dei detenuti, nel rispetto del principio della “dignità della persona”, così come previsto dalla legge 354/1975. La scelta dei giardini pubblici come luoghi di lavoro agevolerà l’incontro tra i detenuti e la società civile. Attraverso il progetto si assicurerà un concreto lavoro di supporto, organizzazione e sostegno nell’attuazione di misure alternative alla pena e alla detenzione. Si cercherà, inoltre, di favorire la conoscenza, l’accrescimento e il consolidamento di una rete di relazioni tra i destinatari, la società e il territorio.

I detenuti coinvolti nel progetto sono tre, tram cui anche soggetti agli arresti domiciliari o in affidamento nel comune o dintorni. Le attività si svolgeranno per 30 giorni all’anno a partire da metà giugno. Sono previsti 3 giorni di lavoro a settimana, dalle 9 alle 13, alla presenza di un volontario dell’associazione Il Germoglio onlus per tutta la durata dell’attività.

Nella mattinata del 25 giugno si è svolta conferenza di presentazione. Sono intervenuti l’assessore alle politiche sociali Emanuela Carboni e i rappresentanti dell’associazione “Il Germoglio”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.