SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il pareggio fra Romania e Francia, nella serata del 24 giugno a Cesena, ha messo fine al sogno della Nazionale dei giovani.

Parliamo dell’Italia Under 21 che a causa del pareggio fra rumeni e transalpini deve dire addio alle semifinali degli Europei (e alle Olimpiadi di Tokyo). Il secondo posto conquistato nel girone A non basta e proprio i francesi passano nella “Top Four” come miglior seconda. E per gli “azzurrini” brucia la sconfitta contro una modesta Polonia. E pensare che Spagna e Belgio erano state brillantemente sconfitte.

Il Commissario Tecnico dell’Under 21, Luigi Di Biagio, ha convocato oggi 25 giugno una conferenza stampa: “Lascio la panchina. Sarei rimasto, forse, solo per fare le Olimpiadi. Il mio percorso in azzurro termina qui”.

L’ex giocatore di Roma, Inter, Brescia e Ascoli in sei anni ha disputato tre Europei ma non ha rimpianti, neanche per quello giocato in casa quest’anno: “C’è dispiacere, ovviamente, ma non vedo un fallimento. Rifarei le stesse scelte. Ho fatto comunque un ottimo lavoro e dato il mio contributo per rilanciare il calcio italiano”.

Di Biagio parla anche del futuro: “Aspetto proposte, le valuterò e poi deciderò”.

L’ex, ormai, allenatore degli “azzurrini” viene spesso a San Benedetto per le vacanze ed è uno dei promotori del torneo Padel ‘Riviera delle Palme’ che da due anni si svolge al Maggioni e vede protagonisti calciatori e personaggi dello spettacolo noti al pubblico. E’ stato ospite anche al “Premio Bizzarri” alla Palazzina Azzurra nel 2017.

Al momento non è stata fissata una data per la terza edizione a causa, appunto, dell’Europeo: magari, smaltita la delusione, Di Biagio tornerà a concentrarsi per trovare un periodo idoneo allo svolgimento della competizione, giunto al terzo atto.  Il Padel è uno sport ormai in voga anche nell’ambiente sambenedettese.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.