SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lavori durati oltre 100 giorni e una strada riasfaltata dopo due richieste di intervento inviate dal comitato di quartiere al Ciip e al Comune di San Benedetto via Pec.

Succede nel quartiere Sentina dove i lavori di sostituzione di un tratto di una condotta idrica in via Fratelli Cervi hanno lasciato da marzo la via “piena di polvere e problemi alla circolazione di vetture e pedoni” ci scrive il comitato che fa anche una serie di richieste e segnalazioni al Comune, fra le quali c’è anche l’annosa situazione del sottopasso di via dell’Airone.

Via Fratelli Cervi prima (a sin) e dopo

Da ieri la strada ha un nuovo asfalto (guarda le foto)  “Ma numerose sono state le richieste di intervento per il ripristino del manto stradale  da parte del presidente Alessandrini alle autorità competenti Ciip e ufficio lavori pubblici del Comune, la prima  il 09-03  l’ultima in data 20-05-2019 mediante posta certificata a seguito di  proteste di alcuni residenti e commercianti delle vie in questione” ricostruiscono dal quartiere.

Ma la Sentina si fa sentire anche su altre questioni. Ancora altre istanze, vengono avanzate per le pensiline degli autobus. La Regione ha da poco finanziato un fondo da oltre un milione per riqualificare le fermate dei bus ma al momento non si sa se il Comune si San Benedetto ne usufruirà. “Si richiede all’Amministrazione comunale e alla Start Multiservizi e agli uffici comunali” chiedono proprio a riguardo dal direttivo “a seguito di numerose richieste dei cittadini, di adoperarsi per l’installazione delle pensiline presso le due fermate dell’autobus di via Cervi lato Nord e di via del Cacciatore lato Est prima dell’incrocio con via Nebbia nei pressi del nuovo tracciato della pista ciclabile e anche  l’installazione di cestini  porta rifiuti lungo via dell’Airone e via del Cacciatore”.

Infine” continua il comitato “si sollecita al settore lavori pubblici di ripristinare lo specchio danneggiato e infranto da parecchio tempo  nei pressi dell’ingresso del sottopasso ciclopedonale di via dell’airone e di potenziare l’illuminazione pubblica nei pressi dell’ingresso e nel nuovo parcheggio realizzato tra le vie Airone e Pizzarda e lungo il sottopasso  considerato che in questo periodo è  utilizzato dai Cittadini di Porto D’Ascoli Centro per accedere al mare e da quelli della Sentina per recarsi all’ufficio postale e al centro di Porto D’Ascoli. In quel sottopasso ci sono anche infiltrazioni d’acqua quando piove” conclude il direttivo.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.