MARTINSICURO – Nei guai due campani residenti nel Teramano.

In questi giorni azione coordinata dalla Procura Distrettuale Antimafia de L’Aquila e della Questura di Teramo, portata avanti con intensa e attività d’indagine, che ha dato frutti.

Gli uomini, residenti a Martinsicuro e originari della Campania, sono stati colpiti dalla misura di prevenzione patrimoniale e avevano un ruolo importante nel sodalizio criminale individuato dagli inquirenti che aveva causato molti reati contro il patrimonio in varie zone d’Italia.

Il patrimonio mobiliare e immobiliare, nella disponibilità dei due campani, è stato ritenuto frutto dell’attività delinquenziale commessa e l’Autorità Giudiziaria ha disposto il sequestro dei beni.

Sono stati sequestrati due appartamenti con garage a Martinsicuro, un appartamento e un negozio in Campania oltre a conti correnti e deposito: il tutto per un valore di 650 mila euro.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.